The good shepherd - l'ombra del potere



Titolo originale: The good shepherd
Nazione: USA
Anno: 2006
Genere: Drammatico, Thriller
Durata: 167'
Regia: Robert De Niro
Sceneggiatura: Eric Roth
Trailer: Clicca qui

Cast: Matt Damon, Robert De Niro, Angelina Jolie, Joe Pesci, Alec Baldwin, Tammy Blanchard, Brendan Bradley, William Hurt, John Turturro
Produzione: Universal Pictures, Tribeca Productions, Morgan Creek Productions, American Zoetrope
Distribuzione: Medusa

Trama: La storia della nascita della CIA raccontata attraverso la vita di Edward Wilson, un giovane agente che conoscerà a sue spese il vero significato e il valore della parola segretezza.

Commento: Secondo film diretto da Robert De Niro (il primo è stato "Bronx") quando è uscito ammetto che, quando ho saputo chi era il regista non ho avuto nessuna esitazione, ho solo pensato "quando son libero per andare al cinema?!". Tutto l'entusiasmo è aumentato leggendo il cast superlativo per questa opera: Alec Baldwin, John Turturro, Matt Damon, Angelina Jolie ma soprattutto William Hurt e Joe Pesci! Si si ero sicuro di spendere bene i miei soldi. Poi le luci si son spente, mezzora di pubblicità e il film è iniziato. Alla fine non ero proprio dello stesso pensiero di qualche ora prima. Partiamo dalle note positive, poche ma comunque ci sono. Per prima cosa la storia, veramente una bela storia, sarà che adoro i film polizieschi thriller e per me non son mai banali, ma per me è stata una bella trama. Seconda nota positiva, Matt Damon, mi son piaciuti anche gli altri interpreti sia chiaro, ma Damon mi ha colpito, è stato veramente molto bravo ad interpretare un uomo freddo, cinico e spietato. Le note positive invece, riguardano la base del film e cioè regia e sceneggiatura. De Niro è stato molto bravo a dirigere il suo primo film Bronx, ma qua purtroppo non si ripete. L'estrema lentezza in alcune scene e i continui flashback senza una sostanziale spiegazione (tranne la classica data che compare in sovrimpressione) confondono lo spettatore, soprattutto per coloro che non hanno un minimo di conoscenza storica (per gli americani sarà andata meglio ma per me, è stata un po' dura). La sceneggiatura infine, scoprire che Eric Roth è lo stesso scrittore di Forrest Gump e Munich, mi dà da pensare. Sicuramente non il suo miglior lavoro. Nota negativa è la parte di Joe Pesci: in un film che dura ben 167 minuti la sua scena dura sì e no circa 90 secondi. Toh forse 100, non avevo l'orologio per cronometrare, ma la sua parte non può nemmeno definirsi cammeo, bensì ultraminicomparsata. Decisamente troppo piccola, si poteva e si doveva lasciare un po' più di spazio.

Nessun commento:

Posta un commento