All is lost


Titolo originale: All Is Lost
Nazione: USA
Anno: 2013
Genere: Drammatico
Durata: 105'
Regia: J.C. Chandor
Sceneggiatura: J.C. Chandor
Trailer: clicca qui

Cast: Robert Redford
Produzione: Before The Door Pictures, Washington Square Films
Distribuzione: Universal Pictures Italia

Trama: Un navigatore solitario perso in pieno Oceano Indiano, deve abbandonare la sua barca a causa di una falla sullo scafo, è tutto perduto?

Commento: 105 minuti di peripezie e, diciamocelo, di un sacco di sfiga, non trovo aggettivo migliore. Senza nessun dialogo, a parte un piccolo discorso iniziale e qualche imprecazione durante il film, poi più nulla, solo rumore del mare, ma soprattutto rumore delle tempeste. Robert Redford, l’acqua e la sua barca, punto. La sceneggiatura mette in fila una sequenza di imprevisti sempre più drammatici, cui il protagonista reagisce con pragmatismo, trovando di volta in volta soluzioni pratiche ai problemi apparentemente insormontabili che deve affrontare. Un vero e proprio One Man Show cui Redford si presta con un coraggio e una disponibilità fisica stupefacenti per i suoi 76 anni. Giudizio finale? sicuramente non è un film che possa piacere a tutti, anche io ho storto il naso per alcune scene, ma nella totalità è un film che mi è piaciuto, mi ha fatto riflette. Io ve lo consiglio. 

Ah quasi dimenticavo, leggendo qua e là su altri siti specializzati di cinema, in alcuni ho trovato diverse critiche (alcune veramente feroci) non tanto, sulla scenografia, fotografia, interpretazione di Redford o roba simile, no, solo esclusivamente sull’impossibilità che una storia simile possa accadere nella realtà… ma che caspita (per non dire di peggio) di critica è??!?!? E’ UN FILM! Chiaro?! FINZIONE! Mah, chi li capisce è bravo.

Nessun commento:

Posta un commento